ACQUA ALCALINA UN MIRACOLO DELLA NATURA

 

Per Voi che siete molto attenti al Benessere Naturale Vi regalo questo piccolo Ebook con delle importanti informazioni sulla Qualità dell’Acqua Alcalina e con una soluzione efficace ed economica per bere Acqua Pura, Alcalina e Ionizzata.

L’acqua alcalina ionizzata aiuta a   contrastare le malattie degenerative causate dall’acidosi tissutale e a ristabilire un Benessere Naturale

Se pur geneticamente programmati a prosperare e vivere in salute fino a tarda età, la maggiore parte delle persone, oggi in Occidente, sviluppa patologie croniche e degenerative e muore malata.

Ciò   che respiriamo, mangiamo e beviamo, può essere veicolo di agenti dannosi, inquinanti che introdotti nostro corpo indeboliscono il sistema immunitario e possono causare gravi patologie anche degenerative.

L’elemento più efficace e veloce per liberarci dalle tossine è l’acqua, purché essa stessa non ne sia veicolo e purché rispetti caratteristiche precise.

Ma cosa sappiamo dell’acqua?

Le fonti d’informazione istituzionali sono libere o si celano dietro interessi e pericoli.

Di certo sappiamo che l’argomento acqua non è oggetto di studio nelle facoltà di medicina e tantomeno viene affrontato nelle specializzazioni.

Auspichiamo che questo prezioso e vitale elemento, possa essere oggetto di un più attento interesse da parte della medicina non convenzionale e giustamente considerato come il veicolo indispensabile al raggiungimento e mantenimento, fino a tarda età, di uno stato di salute ottimale.

 

L’acidosi tissutale può causare una serie di disfunzioni che possono essere controllate soltanto in presenza di un’adeguata riserva alcalina.

L’acqua alcalina ionizzata, ricca di minerali alcalinizzanti, è in grado di contrastare l’azione ossidante dei radicali liberi, aiuta l’organismo ad eliminare gli acidi prodotti dal nostro metabolismo e gli acidi assunti con cibi, bibite, stress e farmaci, ripristinando così un’adeguata riserva alcalina.

Esistono in Italia esperienze nella pratica clinica di esperti medici, Naturopati e Ricercatori Naturali riguardo le proprietà benefiche dell’acqua alcalina nel contrastare l’insorgenza di differenti patologie, dalle più comuni a quelle degenerative.

 

La Soluzione più semplice, economica ed efficace è l’utilizzo di Ecaia Carafe :

Sanuslife ECAIA carafeNel nostro filtro da tavolo il medium che rende alcalina la vostra acqua.                                                             

Un avanzato sistema di trattamento dell’acqua direttamente sul vostro tavolo, senza sostanze chimiche e senza elettricità.

Un sistema che:

 

 

LEZIONE 1 – Energized – Enregizzata

„Anche dopo essere stata trattata, l’acqua contiene determinati segnali che, a seconda della lunghezza d’onda, possono risultare dannosi per la salute.” Questa affermazione è stata fatta da Wolfgang Ludwig, uno dei maggiori studiosi nel campo della ricerca sull’acqua. Egli ha appurato che nessun filtro, per quanto buono, è in grado di rimuovere tutto lo sporco. Si parla in tal caso di tracce per indicare appunto le tracce di diversi tipi di residui di varie sostanze chimiche. E non è tutto. Anche l’inquinamento elettromagnetico, o elettrosmog, cioè le frequenze nocive wireless prodotte dai telefoni mobili o da altre fonti, possono contaminare l’acqua. Si tratta  quindi di sporco che non è visibile né rilevabile, ma che è ancora presente ed è assolutamente determinante per la qualità dell’acqua. Questo tipo di inquinamento ed i suoi effetti negativi sull‘acqua sono stati resi noti soprattutto dal Dr. Masaru Emoto che per la prima volta ha mostrato chiaramente l’inquinamento esaminando le immagini dei cristalli d‘acqua.

Conclusione: non basta filtrare. Una piccola unità, appositamente adattata e montata sul fondo della caraffa ECAIA, cancella o trasforma le “informazioni” cattive e armonizza le vibrazioni. In tal modo essa restituisce all’acqua la sua forza originaria, vitale ed energetica e la rende gradevole, equilibrata e piena di energia per il nostro organismo.

LEZIONE 2 – Clean PULITA
Un’acqua priva di sostanze inquinanti, l’acqua del rubinetto contiene molto spesso sostanze inquinanti, soprattutto metalli pesanti.Per capirne il perché, è sufficiente seguire il percorso dell’acqua. prima di uscire dai nostri rubinetti, l’acqua potabile di solito attraversa varie condutture ed impianti domestici. Molte di queste tubazioni sono fatte di rame e piombo. In particolare nei vecchi edifici costruiti nel dopoguerra; anche i tubi di acciaio inossidabile o tubi di acciaio zincato rilasciano sempre qualche particella nell’acqua.

 

Oltre a ciò, nella nostra acqua potabile finiscono anche metalli pesanti, quali l‘uranio, presenti in terreni contaminati. Metalli pesanti tipici presenti frequentemente nell’acqua -  potabile e non – sono alluminio, arsenico, boro, cadmio, cromo, manganese, mercurio, nichel, piombo, rame, selenio, vanadio, ecc. Se questi metalli giungono nell’organismo, non vengono eliminati, ma si depositano principalmente nel tessuto connettivo, negli organi e nel cervello. Con l’ECAIA carafe, e più precisamente, con l‘ECAIA cartridge, cuore della caraffa, potete ridurre i metalli pesanti fino al 95%. Non appena l’acqua entra nella cartuccia, inizia  il processo di pulizia. Ciò è reso possibile grazie ad un composto che la SANUSLIFE INTERNATIONAL ha realizzato miscelando diversi carboni attivi e ceramiche “funzionali” cotte con l’impiego di minerali speciali.

La tecnica di produzione non è nuova, si basa sostanzialmente su un’antica e collaudata tradizione dell’Estremo Oriente; per lo sviluppo dell’ECAIA cartridge, la SANUSLIFE INTERNATIONAL, ispirandosi a questa secolare conoscenza medica, ha adottato tecniche consolidate ed ha combinato in un nuova proporzione gli ingredienti biologici migliori, individuati con un’attenta selezione.

 

Il risultato è un depuratore estremamente efficiente, in forma di cartuccia e, last but not least, “made in Italy”.

Riduzione di erbicidi, pesticidi, ormoni, residui di farmaci e VOC`s
Ogni giorno oltre 100.000 diverse sostanze chimiche finiscono nel terreno, avvelenando le acque sotterranee e andando in tal modo a finire nell’acqua che beviamo.

 

Nella sola Germania, dagli anni ‘80 ogni anno vengono utilizzate oltre 30.000 tonnellate di prodotti fitosanitari; secondo le dichiarazioni dell’Agenzia federale tedesca per l’ambiente (UBA), diverse tonnellate di farmaci finiscono ogni giorno nelle acque di scarico tramite gli escrementi umani e animali.

 

Purtroppo i farmaci non vengono completamente eliminati dal trattamento di depurazione delle acque reflue e quindi finiscono nei corsi d’acqua o nelle falde acquifere; gli antibiotici veterinari si disperdono nell’ambiente, percolando nel terreno o trasportati dalle acque di fiumi e laghi, quando sui terreni agricoli vengono sparsi letame o liquami contenenti antibiotici, tuttavia l’acqua potabile viene contaminata non tanto dalla gestione industriale dei terreni quanto da un’insufficiente chiarificazione delle acque. Anche i consumatori contribuiscono a contaminare l’acqua con uno smaltimento improprio dei rifiuti, con l’esistenza di siti industriali o con l’uso di serbatoi interrati non perfettamente stagni.

 

L’Agenzia federale (tedesca) per l’ambiente (UBA) ritiene che nei corsi d’acqua siano oggi presenti residui di farmaci appartenenti a tutte le categorie farmacologiche: antidolorifici, beta-bloccanti, antiepilettici o ormoni; più di 130 singoli principi attivi sono stati finora rilevati nelle acque tedesche.

 

E se è vero che dopo la potabilizzazione nell’acqua sono rilevabili al massimo 10-15 sostanze in quantità ridotte, è purtroppo innegabile che siano ancora presenti dei residui, i quali, se assunti per tutta una vita, possono dimostrarsi decisamente pericolosi.

 

Di solito si tratta di composti chimici organici, cioè contenenti carbonio, e volatili, chiamati in breve VOCs (in inglese : volatile organic compounds). Che si tratti di erbicidi, di pesticidi o di VOCs – l’eliminazione di questi veleni dall‘acqua potabile è molto complicata e costosa. Oltretutto sono molto resistenti e si degradano molto lentamente. Pertanto col passare degli anni nelle acque sotterranee possono essere trovate molte di queste sostanze.

 

Filter Technology by SANUSLIFE INTERNATIONAL riduce in larga misura questi inquinanti.

LEZIONE 3 – Alkaline- Alcalinità

“La cellula è immortale. E’ semplicemente il fluido in cui è immersa che si degrada. Si rinnovi questo fluido con regolarità, si dia alla cellula di che nutrirsi e, per quanto ne sappiamo, il pulsare della vita potrà continuare in eterno”. Questa affermazione del premio Nobel per la medicina Alexis Carrel significa semplicemente che l’invecchiamento dell‘uomo dipende in gran parte da un adeguato nutrimento della cellula.

 

La salute della cellula dipende dal liquido che la circonda – chiamato anche liquido interstiziale. Tutti i processi di combustione che avvengono all’interno dell’organismo creano acidi, chiamati anche scorie. Le scorie sono acide e condizionano salute sia della cellula che dell’intero organismo; per questo il liquido che circonda cellule funzionanti è sempre leggermente acido.

 

Ma le cellule devono essere sempre e continuamente disacidificate, in modo che la concentrazione di acido al loro interno non sia mai eccessiva e che vengano sempre rifornite di ossigeno e nutrienti a sufficienza, ma gli acidi derivano non solo dai vari processi metabolici dell’organismo, ma anche dal cosiddetto “stress ossidativo”: elettrosmog, mancanza di esercizio fisico, chemio- e radioterapie, stress, malnutrizione, disagio mentale e “piaceri” moderni quali lo zucchero, il tabacco e l’alcool sono solo alcuni degli elementi che contaminano l’organismo e ne causano l’iperacidità; dal momento che questi fattori negativi della civiltà sono in costante aumento, è più importante che mai fare prevenzione ed sostenere il proprio corpo.

 

L’acqua ECAIA aiuta a contrastare l’iperacidità, con l’ECAIA carafe potete infatti produrre acqua basica, cioè alcalina, questo salutare trattamento dell‘acqua si svolge all’interno dell’ECAIA cartridge, ed inizia dopo il processo di pulizia.

La concentrazione acida o alcalina degli ioni idrogeno è espressa dal cosiddetto valore “pH” (potentia Hydrogenii). Il pH dei nostri fluidi corporei va da pH 2,5 (acido gastrico) a pH 9 (pancreas).

Mentre la normale acqua di rubinetto non filtrata o l’acqua minerale naturale in commercio hanno un pH medio di 7, il medium “alcalinizzante” presente nell’ECAIA cartridge spinge il pH verso l’alto, di solito fino a  9 (a seconda del grado di durezza dell’acqua); il consumo regolare di acqua ECAIA contribuisce così a contrastare l’iperacidità, a rifornire le cellule di una quantità sufficiente d’ossigeno e di sostanze nutritive e ad evitare l’insorgenza di pericolose malattie della civiltà.

LEZIONE 4 – Ionized – Inonizzazione
Ionized significa “ionizzato” e si riferisce ad un ulteriore trattamento che si svolge anch’esso all’interno dell’ECAIA cartridge ed avviene in parallelo all’alcalinizzazione, in Giappone Machisue Suwa già nel 1931 indagò il rapporto tra l’elettricità e l’acqua, in sostanza, ionizzare l’acqua significa semplicemente caricarla negativamente.

 

Ma a cosa potrebbe servire l’acqua con carica negativa? E perché il nostro corpo ne ha bisogno?

La risposta è semplice: le cellule del nostro organismo possono utilizzare soltanto acqua con carica negativa – quindi non basta che sia solo alcalina! Così, quando beviamo la comune acqua minerale o l’acqua di rubinetto, il corpo deve fornire elettroni all’acqua prima di poterla assorbire.

 

Se l’organismo si trova in una condizione di carenza d’energia o di elettroni, non può assorbire l’acqua che attraversa così il corpo inutilizzata; questo significa: non importa quanta acqua beviamo, se non è caricata negativamente le nostre cellule non possono utilizzarla e rischiano così di morire di sete nonostante la presenza d’acqua. Le scorie non vengono più eliminate correttamente, il meccanismo di controllo della cellula funziona in maniera anomala e la cellula inizia a crescere senza controllo.

 

In tal modo possono svilupparsi le cd malattie della civilizzazione. L’acqua ECAIA, frutto di uno speciale trattamento, alcalina e con carica negativa, contribuisce a nutrire la cellula in maniera ottimale, contrasta l’iperacidità ed il processo d’invecchiamento e può prevenire l’insorgenza di malattie della civilizzazione. Inoltre è “più morbida”, più fresca, “più liquida” ed effettivamente placa la sete.

LEZIONE 5 – Antioxidant – Antiossidante

Il fatto che le cellule del nostro corpo possono utilizzare soltanto acqua con carica negativa  suggerisce che l’uomo è una creatura elettrica, infatti, tutti i processi del corpo sono resi possibili e controllati dagli elettroni! Questi possono essere ceduti o acquistati.

 

Oltre a tutti i processi che avvengono nell’organismo, sono in particolare le radiazioni di cellulari, wi-fi & Co. che rubano gli elettroni o li sottraggono al corpo. Tali radiazioni sono spesso anche causa di disturbi del sonno. La capacità di rilasciare o assorbire energia viene definita potenziale redox, esso viene misurato in qualsiasi liquido in mV (millivolt). Un valore negativo indica un eccesso di carica negativa = elettroni =  energia; un valore positivo una carica positiva in eccesso = carenza di elettroni = mancanza di energia. L’acqua del rubinetto ha un potenziale redox compreso tra +150 mV e +300 mV (= mancanza di energia).

 

L’acqua ECAIA ha un potenziale redox molto basso, di solito compreso tra – 50mV e -200mV (= energia in eccesso), vale a dire è ricca di elettroni, tuttavia, gli elettroni sono volatili per cui tale eccedenza non può essere immagazzinata nel corpo. Essi devono pertanto essere continuamente apportati all’organismo al fine di prevenire lo stress ossidativo.

 

I ricercatori hanno scoperto che l’acqua alcalina ionizzata ha il più alto potere antiossidante che sia stato trovato finora. In altre parole, a differenza dell’acqua di sorgente o di rubinetto, l’acqua ECAIA trattata è un antiossidante estremamente efficace che disacidifica il corpo! E visto che nel XXI sec. siamo già esposti in maniera permanente ad un gravissimo elettrosmog (con tendenza in aumento!), tutti, giovani e vecchi, dovrebbero bere acqua ECAIA, più volte al giorno.

 

Per questo vi consigliamo di bere almeno 30-40 millilitri di acqua ECAIA per kg di peso corporeo. Questo significa 2 litri di acqua ECAIA al giorno con un peso di 50 Kg., 2,5 litri con 75 Kg. ed almeno 3,0 litri con 100 kg.

Risparmiate con l‘Alkapur

NIENTE RIFIUTI NIENTE FATICA SOLO RISPARMIO

 

SAPEVATE CHE IN UN ANNO CON L’USO DELLA CARAFA ECAIA UNA FAMIGLIA MEDIA RISPARMIA ALL’AMBIENTE CIRCA 300 BOTTIGLIE DI PLASTICA…… 500 kG DI CO2 evitate dalla produzione e trasporto della Acqua in Bottiglia di plastica fino a casa vostra…. UNA SCELTA ECOLOGICA….

 


Per ulteriori informazioni contattate il vostro consulente SANUSLIFE :

 

  • Operatore Olistico To-175T-Op Legge 4/2013
  • Naturopata Andrea Marini 3889334692

           

            WWW.BIOWATER.SANUSLIFE.NET 

INVESTIMENTO Carafa ECAIA con 2 Filtri per 60gg di Acqua pura (Circa 5 litri al giorno), Alcalina e Ionizzata =E 190,00+ Spese di Spedizioni e Iva Incluse.

Per i primi 10 ordini promozione solo E 150,00+10,00 per contributo spedizione. (La Ecaia Carafa verrà spedita direttamente tramite corriere espresso dalla Sanuslife International di Bolzano)


Per ordinare stampate il modulo d’ordine allegato e inviate il tutto via email a : andrea.marini@teletu.it

Buona Vita

  • Operatore Olistico To-175T-Op Legge 4/2013

        Naturopata Andrea Marini 3889334692

 

One thought on “ACQUA ALCALINA IL MIRACOLO DELLA NATURA

  • 13 luglio 2015 at 22:49
    Permalink

    Ho aspettato molto tempo per leggere qualcosa di così bello e interessante.
    Grazie!

    Reply

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>